massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

Il Blog di MB

Pillole di Coaching

Gestione delle Emozioni

Sicurezza interna e sicurezza esterna (Il concetto di ‘fallimento’ non esiste)
Pubblicato in Crescita Personale

Nella Pillola 159 ho parlato delle due facce della Vittoria e della Sconfitta e ho spiegato che entrambe possono essere vissute tanto all’esterno quanto all’interno, dentro di noi. Si tratta di cambiare il livello di osservazione, affinché lo sguardo venga puntato su ciò che abbiamo davanti a noi e non su quello che ci siamo lasciati alle spalle. Anche la Sicurezza può essere Esterna o Interiore, ma prima di affrontare il tema ti rivolgo una domanda: cos’è, per te, la sicurezza?

Sbarazzati dei pensieri inutili e inquinanti (Vuota la soffitta e porta tutto in discarica)
Pubblicato in Crescita Personale

Da tempo stavo facendo la caccia all’appartamento sopra a quello dove ho vissuto gli ultimi 10 anni della mia vita. Più grande, più bello e, soprattutto, tre metri più in alto, sufficienti per non avere più ostacoli tra me e il mare, da un lato, e tra me e le Apuane, dall’altro, una vista ineguagliabile. Finalmente l’occasione giusta è arrivata e durante l’estate ho deciso di affrontare il trasloco. “Che sarà mai!”, mi sono detto. Non devo nemmeno cambiare l’indirizzo di residenza… Ho iniziato a preparare la tabella di marcia (il trascolo è un obiettivo, quindi una tabella di marcia, con date e cronoprogramma, è indispensabile!), e via via ho elencato le varie voci, mettendo in cima alla lista l’impresa di traslochi che avevo scelto fra tre concorrenti. Prima operazione: preparazione cartoni, dopo aver creato una mappa dettagliata e numerato i vari ambienti. E qui è uscita la sorpresa! Vuoi sapere cosa ho “scoperto”?

Apri uno sfogatoio per problemi e preoccupazioni (Un’ora profana per cambiare la tua vita)
Pubblicato in Crescita Personale

Dopo aver parlato dell’importanza di dedicare la prima ora della giornata al nostro sviluppo personale, facendola così diventare un’ora sacra, e dopo aver spiegato le ragioni per creare routine potenzianti e abitudini di successo, è giunto il momento di pensare alla possibilità di bloccare un’altra ora della giornata in agenda, soltanto che questa volta la faremo diventare un’ora profana. La religione non c’entra nulla con la dicotomia binelliana sacro-profano, ma di questo ne parliamo tra poco...

Come passare dalla rigidità alla flessibilità emotiva (Vivi con intenzione)
Pubblicato in Crescita Personale

Non ti sorprende, se ti dico che tutte le decisioni che prendiamo sono condizionate dalle emozioni che viviamo in quel dato momento, e che soltanto dopo proviamo a spiegare le nostre scelte con la razionalità, giusto? Non a caso si parla di “primato del cervello affettivo su quello cognitivo”, perché «le emozioni accadono», come insegna lo psicologo statunitense Paul Ekman, pioniere nelle ricerche sulle emozioni, ovvero, non possiamo essere noi a scegliere quali provare. Possiamo però migliorare la nostra consapevolezza riguardo alle emozioni, ma per farlo occorre diventare “flessibili”. Come si fa?

Le trappole del pensiero positivo (Il pensiero negativo è nel nostro DNA)
Pubblicato in Crescita Personale

“Il mental caoch è di nuovo impazzito!”. Sì, lo so che l’hai pensato ancora, dopo l’invito a far pace con i tuoi pensieri negativi che ti ho rivolto qualche Pillola fa. Niente panico: anche questa volta non sto rinnegando me stesso e non ho avuto rivelazioni mistiche. Ho soltanto deciso di darti un altro spunto di riflessione per affrontare la lotta estenuante e senza fine contro i pensieri negativi.

«Il lupo vincente è quello che nutri» (Nel bene o nel male, diventiamo ciò che pensiamo)
Pubblicato in Crescita Personale

Il titolo scelto per questa Pillola è una frase tratta dal “Racconto dei due lupi”, storia attribuita alla tribù di nativi americani Cherokee, citata nel libro “La mentalità vincente”, di George Mumford, che ti consiglio di leggere (trovi il link nella descrizione). Narra di un uomo che un giorno raccontò al nipote di una battaglia perenne in corso tra due lupi. Uno rappresenta il male, ovvero la rabbia, l’invidia, il rimpianto, la disonestà e tutti i peggiori attributi negativi che si possano immaginare. L’altro rappresenta il bene, ossia l’amore, la felicità, la speranza, la gentilezza, la verità e tutte le qualità positive umanamente desiderabili. Alla domanda del giovane su quale sarà il lupo vincente, il nonno rispose: «Il lupo vincente sarà quello che nutri». E tu quale lupo stai sfamando?

Fai pace con i tuoi pensieri negativi (Usa la forza del nemico a tuo favore)
Pubblicato in Crescita Personale

“Il mental coach è impazzito!”. Sì, lo so che l’hai pensato, e mi spiace se ti ho fatto andare il boccone di traverso, dopo tutti i predicozzi sull’importanza di modificare all’istante i pensieri negativi per farli diventare positivi. Al proposito ti ricordo che il “pensiero positivo” è il primo pilastro su cui poggia il mio percorso di allenamento mentale per migliorare nello sport e nella vita, trattato nella prima sessione del videocorso AtletaVincente.com e nella Pillola 1 del mio libro “Atleta Vincente”. Dunque sto rinnegando me stesso? Ho forse avuto qualche rivelazione mistica? Niente di tutto questo…

Sei trucchi per controllare il tuo stato d’animo (Come prevenire i momenti negativi)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Nella Pillola 138 ti ho suggerito le strategie da mettere in atto per creare un livello di osservazione della vita positivo e, di conseguenza, per consolidare una prospettiva degli eventi potenzialmente positiva. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo certamente concentrarci sulle opportunità, sulle soluzioni ai problemi e su ciò che abbiamo attorno a noi e dentro di noi, tuttavia potrebbe non bastare, soprattutto se ci rendiamo conto che talvolta è sufficiente un solo pensiero fuori posto per farci cambiare stato d’animo, con il rischio di compromettere l’esito di un evento importante. Si può fare “prevenzione”?

Obiettivi, successo e felicità (Puoi scegliere di essere felice)
Pubblicato in Crescita Personale

Che rapporto c’è tra gli obiettivi, il successo e la felicità? È una delle domande più difficili che possano essere rivolte a un mental coach. Basti dire che colui che viene considerato l’uomo più felice del mondo, Matthieu Ricard, ex biologo dell’Istituto Pasteur, ha raggiungo la felicità abbandonando obiettivi e successo per dedicarsi alla meditazione, che pratica ogni giorno, da oltre trent’anni. Questa attività, sostengono gli scienziati che hanno studiato il suo cervello, ha atrofizzato le aree cerebrali preposte alla depressione rendendo nel contempo molto più attive del normale quelle del benessere. Tra Ricard, l’uomo più felice del mondo, e Bill Gates, l’uomo più ricco del mondo, c’è qualche decina di miliardi di euro di patrimonio di differenza, ma entrambi si definiscono felici. Entrambi hanno raggiunto i loro obiettivi, seppure estremamente diversi l’uno dall’altro. Come si spiega questo apparente paradosso?

Attenzione ed Emozioni (Focalizza la tua concentrazione)
Pubblicato in Crescita Personale

Nella terza sessione del videocorso Atleta Vincente, spiego che esiste un legame molto solido tra consapevolezza, attenzione e concentrazione, perché grazie al processo della consapevolezza sei saldamente nel presente, utilizzi il filtro dell’attenzione per setacciare le informazioni che ti bersagliano da ogni fronte e le organizzi tramite la concentrazione per tradurle nella migliore azione possibile. Dunque è la consapevolezza che potenzia la nostra intenzione di prestare attenzione alle cose che riteniamo importanti per noi, e più intensa è l’attenzione, più efficace è la nostra azione. Ma ti sei mai chiesto cos’è che attira davvero la tua attenzione?

Pagina 1 di 2

© 2020 - Massimo Binelli - EvaBet srl - Partita Iva 01245020456

Informativa sulla Privacy