massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

Il Blog di MB

Pillole di Coaching

Visualizza articoli per tag: Allenamenti

Come disintossicarsi al termine della stagione agonistica (Ricarica le batterie in modo creativo)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Ciò che sto per dirti potrà sembrare un “accecante lampo di ovvietà”, ma ti assicuro che non è poi così scontato come parrebbe. Mi riferisco a quel periodo sacrosanto di “scarico” che ciascun atleta dovrebbe ritagliarsi tra la fine di una stagione agonistica e l’inizio della preparazione per la stagione successiva. Si tratta di una forma di “reset” per ripartire da Vincenti complementare rispetto a quella di cui ho parlato della Pillola 130 ed è ugualmente da intendersi come il “riavvio” richiesto dal sistema operativo del tuo pc dopo un aggiornamento.

Resistenza, il muro dei... 30 secondi (La mente ordina e il corpo esegue)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Dopo aver trattato il tema del muro del trentesimo chilometro, che un maratoneta professionista oggi affronta dopo circa 90 minuti di corsa a un ritmo disumano di 3 minuti al chilometro, ossia 18 secondi ogni 100 metri (e chi non ha la percezione di tali misure provi a correre anche soltanto 300 metri a questa andatura, poi ci ragioniamo su), spingermi ad associare il concetto di “resistenza” a un tempo di 30 secondi può sembrare un tantino azzardato. Eppure non è così, perché dopo 30 secondi di sforzo massimo, nei meandri della mente di un atleta (ma potrei dire di un essere umano in generale), succede qualcosa di molto insidioso.

Atleta Vincente. Strategie e tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita
Pubblicato in Editoriali di MB

Te lo chiedo subito senza indugi: vuoi diventare un Vincente? Se conosci le mie Pillole di Coaching, avrai capito che mi piace questo termine, ma chi è veramente un Vincente?

Come affrontare la “solitudine” (Impara a dialogare con il tuo corpo)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Se mi segui già da un po’, ormai avrai capito che quando nei miei video indosso la maglia dell’Atleta Vincente parlo di sport, mentre quando affronto temi di crescita personale, applicabili nella vita in generale, porto una camicia. Lo faccio per dare un’informazione a colpo d’occhio dell’argomento che tratterò nella Pillola. Dunque, ora che mi vedi in divisa sportiva, nell'immagine di corredo a questa notizia, ti starai giustamente chiedendo che c’entri la solitudine con lo sport, non è così? Ottima domanda!

“Le sfumature della mente in un colpo di stecca”
Pubblicato in Attualità

Dopo le sette tappe dell’Atleta Vincente Tour, terminato sabato 10 a Imperia, il 2016 si chiude con un evento molto atteso: la presentazione del libro “Le sfumature della mente in un colpo di stecca”, di Ettore Zubani e Fabio Bardon, edito da La Caravella.

Errata Corrige: il mio 2016 si è chiuso con 8 medaglie d’oro…
Pubblicato in Sport

Ad Ariano Irpino, è arrivato l’ottavo oro del 2016! La mia stagione ufficiale si era chiusa due settimane fa con la settima medaglia conquistata all’Aquila alla finale del Campionato Italiano di Società. Grazie a tale risultato, tuttavia, era arrivata la convocazione per un fuori programma, il primo Trofeo delle Regioni, organizzato dalla Fidal, la Federazione Italiana di Atletica Leggera, ad Ariano Irpino, in provincia di Avellino, in concomitanza con l’inaugurazione di un nuovo impianto sportivo intitolato a Pietro Mennea.

I gemelli Maria Elena e Raffaello Milanta campioni europei di karate a Malta
Pubblicato in Sport

Buon sangue non mente! I gemelli Maria Elena e Raffaello, classe 2000, figli del Maestro Lino Milanta, storico fondatore e presidente dell’Atletic Club Carrara, con la maglia della Repubblica di San Marino hanno vinto l’oro al terzo Campionato Europeo di Karate dei Piccoli Stati, che si è disputato nei giorni scorsi a Malta. Sette le squadre presenti: Andorra, Cipro, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, e San Marino, per un totale di 332 atleti.

Stagione Vincente. Il 2016 binelliano si chiude con 7 medaglie d’oro
Pubblicato in Sport

Sette medaglie d’oro, da quella “pesante”, conquistata agli Europei Indoor di Ancona lo scorso 3 aprile nella staffetta della rappresentativa italiana 4x200, fino all’ultima, nella staffetta 4x100, vinta ai recenti Campionati Italiani di Società (CdS), che hanno messo la parola fine alla lunga stagione ufficiale dell’atletica leggera master. È questo il mio ricco bottino, fiero portacolori dell’Atletica Pistoia, una delle prime 10 società italiane in campo maschile e femminile.

Le 25 regole di un Atleta Vincente (Strategie e aforismi da campioni)
Pubblicato in Crescita Sportiva

Nella mia lunga esperienza di sportivo e di mental coach, ho avuto a che fare con centinaia di atleti, compagni di squadra, avversari e coachee, che è il termine usato per definire i clienti di un coach. Ho trovato un’umanità molto variegata, formata da persone positive e persone negative; eterni ottimisti e insopportabili lamentosi; compagnoni logorroici e orsi solitari. Con ognuno di questi individui ho adottato adeguate modalità di relazione, fuggendo a gambe levate dai lamentosi e negativi, lasciati con piacere a crogiolarsi nel loro pantano mentale, e cercando di trovare le parole giuste per entrare in empatia con tutti gli altri, anche se non sempre ci sono riuscito. E sai cosa ho capito? Che certe volte è sufficiente una frase, un aforisma noto o inventato sul momento, per sbloccare energie nascoste.

Oro Europeo nella Staffetta 4x200: sbriciolato primato italiano che resisteva da 10 anni
Pubblicato in Sport

Quella appena trascorsa, è stata una settimana densa di emozioni e di soddisfazioni che hanno superato ogni aspettativa. L’undicesima edizione dei Campionati Europei Master Indoor, che si sono disputati dal 29 marzo al 3 aprile ad Ancona, resterà una pietra miliare della mia seconda carriera sportiva. Dei miei trascorsi agonistici (riassunti sia nella biografia del sito MassimoBinelli.it sia nel sito AtletaVincente.com), ne ho già parlato un mese fa, quando nello stesso magico Palaindoor si sono svolti i Campionati Italiani, una sorta di prova generale del grande evento. Ero carico come una molla, perché avevo puntato molto sugli Europei, grazie a tre circostanze favorevoli: il cambio di categoria, la scelta di affrontare i 200 e i 400 metri e il fatto di “giocare in casa”.

Pagina 1 di 2