massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

Il Blog di MB

Pillole di Coaching

Lunedì, 04 Febbraio 2019 06:06

Fai pace con i tuoi pensieri negativi (Usa la forza del nemico a tuo favore)

“Il mental caoch è impazzito!”. Sì, lo so che l’hai pensato, e mi spiace se ti ho fatto andare il boccone di traverso, dopo tutti i predicozzi sull’importanza di modificare all’istante i pensieri negativi per farli diventare positivi. Al proposito ti ricordo che il “pensiero positivo” è il primo pilastro su cui poggia il mio percorso di allenamento mentale per migliorare nello sport e nella vita, trattato nella prima sessione del videocorso AtletaVincente.com e nella Pillola 1 del mio libro “Atleta Vincente”. Dunque sto rinnegando me stesso? Ho forse avuto qualche rivelazione mistica? Niente di tutto questo…

Il risultato che ottieni è figlio del pensiero che alimenti
Ormai sono anni, e potrei persino dire decenni, che mi occupo degli effetti del pensiero sullo stato d’animo, e le certezze che ho maturato nel corso del tempo sono granitiche. La prima, che non mi stancherò mai di ripetere, è questa.

Il pensiero suscita emozioni, le emozioni modificano lo stato d’animo, lo stato d’animo influenza le azioni, le azioni condizionano il risultato. Ergo: il pensiero condiziona il risultato!


È evidente, quindi, che un pensiero negativo porterà a un risultato certamente negativo, mentre un pensiero positivo ci farà ottenere un risultato potenzialmente positivo (magari ne avessimo la certezza!), però c’è un problema.

Il problema è che, come accade con l’ansia da prestazione e con altre “interferenze” che minano la nostra stabilità emotiva, molto spesso si combatte strenuamente contro questi “mostri”, ma vuoi che ti dica la verità? Sono più forti loro, non hai alcuna probabilità di farla franca, se ti metti a lottare, e più lotti e più ti scarichi, fino a ritrovarti con le batterie a terra.

Il mio libro “Atleta Vincente. Strategie e tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita”, un vero e proprio manuale che rivela i segreti dell’atteggiamento mentale adottato dai Vincenti per raggiungere i loro traguardi: lo trovi su Amazon.it

La buona notizia è che c’è una mossa vincente, per disorientare il nemico, ovvero il pensiero negativo che intossica la tua mente proprio sul più bello. È un trucco estremamente potente, che ho deciso di rivelare a tutti, non soltanto a coloro che stanno seguendo un percorso di coaching su misura.

Vuoi che te la racconti io? Ok, clicca e guarda il video...


Non conviene mai lottare contro un nemico più forte
Al posto di combattere il pensiero negativo e paralizzante, accoglilo e ringrazialo, perché ti sta ricordando che è il momento di diventare ancora più consapevole e attento. Mi spiego meglio con qualche esempio.

Stai scalando una montagna e in un passaggio difficile il pensiero che potresti cadere fa capolino, con tutto quello che ne consegue a livello di immagini negative, emozioni e quant’altro? Al posto di scacciarlo, sii gentile con lui, come se fosse un amico premuroso, perché ti ha ricordato che devi recuperare la massima concentrazione. Solo dopo che avrai fatto pace con la tua vocina, potrai serenamente modificare il pensiero, ovviamente usando la mia Formula CCCP (al proposito, guarda il primo video gratuito del videocorso AtletaVincente.com), per trasformare quel “Non devo cadere, perché altrimenti è la fine!” in un “Visto che questo è un passaggio difficile, voglio restare concentrato finché non l’avrò superato”.

Oppure stai affrontando un momento ad alta tensione, nella vita, sul lavoro o nello sport, e nella tua testa ronza il pensiero che se continui così ti viene un infarto? Ringrazia questa sentinella della tua salute e formula un pensiero orientato a ciò che puoi fare, non a ciò che ti spaventa. Per esempio, potresti portare immediatamente l’attenzione sul tuo respiro, recuperare la piena consapevolezza del “qui e ora” e cambiare quel “Mi viene un infarto!” in un pensiero orientato al tuo benessere, non alla tua dipartita...


Hai compreso il motivo per cui è necessario fare pace con i pensieri negativi, al posto di combatterli a testa bassa? La lotta senza quartiere contro le nostre emozioni più forti fa perdere lucidità, e ne usciamo con le ossa rotte, laddove uno stato d’animo sereno, frutto di un’osservazione dei pensieri più distaccata, permette di formulare a mente lucida i propositi più saggi, in modo Corto, Convinto, Consapevole, Positivo e, soprattutto, efficace.

In altre parole, per spostarsi da un problema alla sua soluzione, dobbiamo cambiare il livello di consapevolezza, perché se rimaniamo sullo stesso piano energetico dove il problema si è creato, continuiamo a vedere il problema e non la sua soluzione! Bisogna prestare la massima attenzione al momento presente, cercando di capire al posto di giudicare ed evitando di sparare sentenze affrettate, perché soltanto nel momento presente è possibile produrre un flusso cosciente di pensieri orientati al successo senza sforzo e non al fallimento.

È il momento di agire!
Ti piacerebbe approfondire le tecniche di “autoascolto”, per poi scoprire che se impari a far pace con i tuoi pensieri riuscirai ad ascoltare meglio anche gli altri, sul lavoro, in famiglia o nella tua squadra? Sai che quando si ascolta profondamente e in modo attivo una persona, senza giudicarla né interromperla, si ha quasi l’impressione di sentirla parlare per la prima volta? Sono a tua disposizione, contattami e ne parliamo... Come dico sempre, “alza le chiappe dal divano e muoviti, fai il primo passo verso il tuo obiettivo”, e anche rompere il ghiaccio con un’opinione o una domanda è un modo per uscire dal torpore e passare all’azione, non credi? ;)

Ultima modifica il Venerdì, 08 Febbraio 2019 07:41