Business, Sport e Life Coaching

Il Blog di Massimo Binelli

Crescita Sportiva

Domenica, 20 Febbraio 2022 11:06

Vivere un giorno da Campioni (Strategie e tecniche per puntare all’Eccellenza)

Domanda binelliana a bruciapelo: cosa fa la differenza tra una prestazione appena sufficiente e una prestazione vincente? Se hai divorato le mie 196 Pillole sfornate finora, e non ti è venuta l’indigestione, la risposta dovrebbe essere automatica: la differenza la fa la mentalità, o mindset, visto che ormai ho sdoganato questo anglicismo (uno dei pochi). È la differenza tra il gareggiare per vincere e il gareggiare con la paura di perdere (o con la paura di vincere, che è una sottile sfumatura della mente).

Corpo e Mente: una Squadra Vincente

Nel mondo delle corse dei cavalli si usano tre definizioni a proposito del risultato: vincere, piazzarsi o “dare spettacolo”. Se gareggi per piazzarti o per dare spettacolo, hai già perso in partenza, perché stai pensando come un perdente.

Per puntare a vincere, ovvero per dare il meglio di sé, bisogna imparare a pensare, allenarsi, gareggiare e dunque a vivere come un campione, argomento che ho trattato nella Pillola 82. È questa la mentalità che permette al tuo corpo e alla tua mente di funzionare come una vera squadra vincente e sprigionare il massimo dell’energia.

Una delle tappe più importanti di un PerCorso di allenamento mentale (o di sport mental coaching, se preferisci) è quella in cui aiuto l’atleta a definire i propri obiettivi di breve, medio e lungo periodo, tant’è che al tema dedico un’intera sessione del videocorso Atleta Vincente e un capitolo del mio libro “Atleta Vincente. Strategie e tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita”.

Il mio libro “Atleta Vincente. Strategie e tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita”, un vero e proprio manuale che rivela i segreti dell’atteggiamento mentale adottato dai Vincenti per raggiungere i loro traguardi: lo trovi su Amazon.it

 

La formulazione di un obiettivo prevede l’individuazione dei punti deboli, da ridurre o eliminare, e dei punti di forza su cui l’atleta fa affidamento per ottenere il miglioramento desiderato. Sia i punti deboli sia i punti di forza vengono autovalutati in una scala da 0 a 10. Mettiti subito alla prova.

Che voto daresti alla tua preparazione fisica?
E alla tua competenza tecnica?
E, infine, al tuo mindset?


Se il voto che dai alla tua mentalità è inferiore a quello che hai attribuito alla tua prestanza fisica e alla tua competenza tecnica (che poi sono i tre addendi della mia Formula dell’Atleta Vincente, spiegata sia nel videocorso sia nel libro), vuol dire che tu ed io abbiamo del lavoro da svolgere assieme, quindi ti do un consiglio: senza bisogno di andare avanti, fissa immediatamente una Sessione di Mental Coaching Preliminare e Gratuita con me.

Attenzione: ribadisco che si tratta di autovalutazione, quindi è il voto che ti dai tu che conta, non il voto che, secondo te, ti darebbero gli altri! E aggiungo che il 10, ovverosia il gradino più alto della scala, rappresenta il livello dell’obiettivo più importante a cui tendi, non il livello necessario per vincere la “gara del prosciutto” o per qualificarti a un campionato provinciale!

 

Vuoi che te la racconti io? Ok, clicca e guarda il video...

 

Sei tu il protagonista del film della tua vita

Punta in alto, là dove vuoi veramente arrivare, credici con tutte le tue forze e poi stabilisci, con onestà intellettuale, quanto sei distante da quel traguardo, dopodiché testa bassa e lavorare sodo, a tempo pieno, a partire da OGGI.

Ti va di fare un test?

Prova a vivere una giornata “come se”. Tradotto: come se tu fossi già il campione che vuoi diventare.

Immagina che quel giorno sia domani e visualizzalo nella tua mente.

A che ora si sveglia il tuo alter ego campione?
Quali pensieri ha in testa?
In che modo si comporta?
Come si allena?
Cosa mangia?


Fatti venire in mente altre domande e datti risposte sincere, proprio come se tu dovessi scrivere il copione di un film nel quale sei il protagonista indiscusso.

Lungo il percorso di visualizzazione, guardati da tutti i possibili livelli di osservazione e chiediti...

  • Come mi sento quando visualizzo me stesso nei panni del campione che voglio diventare?
  • Se penso al cammino che ho fatto, riesco a vedere gli ostacoli che ho trovato?
  • Come ho fatto a superarli?
  • A quali cattive abitudini ho dovuto rinunciare?
  • Quali aspettative, convinzioni o credenze ho dovuto modificare?
  • Riesco a vedere tutte le azioni specifiche che mi hanno permesso di avvicinarmi e poi raggiungere l’obiettivo?
  • Sono disposto ad allenarmi anche più di quanto mi viene richiesto, se so che mi serve per migliorare qualche aspetto della mia preparazione?
  • Mi dà la carica ciò che vedo nella mia mente?
  • Tornando al presente, qual è la prima mossa da compiere per diventare un campione?

Che tu lo voglia o no, la tua mente cerca sempre di accontentarti

Al termine di questo viaggio, assumiti la responsabilità di ogni scelta che farai e credi fermamente nel tuo obiettivo, consapevole del fatto che la responsabilità di ciò che otterrai è soltanto tua, perché la tua mente interpreterà quello che dice la tua voce interiore come un desiderio e farà di tutto per accontentarti, nel bene o nel male, quindi scegli bene i tuoi pensieri.

Tieni ben presente che il mindset del campione è sia uno stato d’animo sia uno stile di vita, che devi essere in grado di mantenere in tutto ciò che fai, perché si diventa veri campioni soltanto se si vive una vita da campioni e si punta all’eccellenza studiando, per arricchire la propria cultura personale, migliorando la conoscenza delle lingue e investendo nelle relazioni professionali e sociali.

Ricorda, infine, che se pensi di iniziare “domani”, hai già perso un giorno di lavoro. OGGI è il giorno giusto per agire!

Ora tocca a te

Vuoi scoprire assieme a me come si costruisce, passo dopo passo, il mindset del campione? Contattami e ne parliamo… Come dico sempre, “alza le chiappe dal divano e muoviti, fai il primo passo verso il tuo obiettivo”, e anche rompere il ghiaccio con un’opinione o una domanda è un modo per uscire dal torpore e passare all’azione, non credi? ;)

Ultima modifica il Domenica, 20 Febbraio 2022 11:06

Sessione Gratuita

Prenota una Sessione Gratuita di 30 minuti.
Tramite una videochiamata su Skype, capiremo insieme come il Mental Coaching possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi più ambiziosi.

Prenota un Appuntamento →

 

Iscriviti al Blog

Abilita il javascript per inviare questo modulo