Business, Sport e Life Coaching

Il Blog di Massimo Binelli

Crescita Personale

Visualizza articoli per tag: Gestione delle Emozioni

«Coach, ho un pessimo rapporto con il denaro. Ho come la sensazione che i soldi che mi arrivano sul conto non mi servano, mi danno quasi fastidio e devo liberarmene». Ricevo con una certa frequenza messaggi simili a questo, inviati da parte di chi chiede il mio aiuto perché ha un rapporto conflittuale con il denaro. Al di là dei logori luoghi comuni, tipo “Se i soldi non fanno la felicità, figuriamoci la miseria”, bisogna accettare il fatto che il denaro è un attore principale del film della nostra vita e irrompe in scena continuamente, condizionando con la sua prorompenza ogni scelta che riguardi il nostro modo di nutrirci, vestirci, curare la salute, divertirci. Tu che rapporto hai con il denaro?

Pubblicato in Crescita Personale

Nella Pillola 189, scritta sull’onda dell’entusiasmo scatenato dai risultati ottenuti dagli azzurri alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ho parlato di Lamont Marcell Jacobs, oro nei 100 metri e nella staffetta 4x100, e di Gianmarco “Gimbo” Tamberi, oro nel salto in alto, perché entrambi avevano incluso nei ringraziamenti di rito il loro mental coach, riconoscimenti molto importanti per la nostra professione. A molti, tuttavia, non è sfuggito che diversi atleti, a partire proprio da Jacobs, abbiano rimarcato l’importanza del lavoro svolto sulla respirazione, un tema che da sempre fa parte dei miei PerCorsi di Coaching.

Pubblicato in Crescita Sportiva

I primi due pilastri su cui si costruisce il Mindset della Persona Vincente sono il dialogo interiore e la visualizzazione. Il motivo è semplice: il pensiero che ci ronza in testa evoca immagini, le immagini che scorrono sullo schermo mentale suscitano emozioni e le emozioni che proviamo nel “qui e ora”, indipendentemente dal fatto che il pensiero affondi nel passato o sia una rappresentazione del futuro, modificano lo stato d’animo con cui ci accingiamo a compiere una determinata azione. Essere pienamente consapevoli e saper gestire le emozioni, quindi, significa evitare di tormentarci per il passato, perché quel che è fatto è fatto, e poi perché rimuginare è dannoso e intossica la mente, ma significa anche evitare di angosciarci per il presente o di preoccuparci per il futuro.

Pubblicato in Crescita Personale

“Psicopatologia della caffeina quotidiana”. Parafrasando Freud, potrebbe essere questo il titolo di un libro dedicato a tutte le pippe mentali che sono state oggetto di intere sessioni di coaching, che mi sono state scritte o che ho letto nei social riguardo ai deliri da espresso e da cappuccino. C’era chi voleva sbranare il barista perché il caffè “non era ristretto abbastanza”; chi voleva sbranare il barista perché il caffè “era troppo ristretto e poi mi rende nervoso” (il fatto che ci sia più caffeina in un caffè lungo rispetto alla quantità contenuta in un caffè corto è un trascurabile dettaglio…); chi voleva sbranare il barista perché il caffè “era troppo lungo ma io gli avevo detto leggermente più alto, non una brodaglia all’americana”… E poi c’è l’amica di una vita che pubblica un post lamentandosi (eufemismo!) perché LA barista (gli articoli sono importanti!), le aveva appoggiato il cappuccino sul bancone “a un metro di distanza”. In buona sostanza, potrei scrivere un libro sul fatto che la gente consuma una quantità spropositata di energia mentale per questioni che valgono meno di una cippa lippa. Perché succede?, mi chiedo…

Pubblicato in Crescita Personale

Dai primi di marzo 2020 a oggi, abbiamo sperimentato, e c’è da scommettere che continueremo a vivere queste sensazioni ancora per lungo tempo, un turbine di emozioni, foriere di reazioni esagerate, incontrollate, talvolta inconsulte. La paura di restare contagiati, di ammalarci, di soffrire e di morire, esacerbata da una pesante condanna agli arresti domiciliari in assenza di reato, ha messo a dura prova la nostra piccola amigdala. Come dici? No, non è una consolle, anche se chi ha i capelli bianchi come me ricorderà l’assonanza con uno dei primi pc della Commodore usati proprio per giocare negli anni Ottanta. È una ghiandola a forma di mandorla (ed ecco spiegato il nome, per chi mastica un po’ di latino e di greco), che assieme ad altre strutture, tra cui l’ippocampo e l’ipotalamo, fa parte del complesso conosciuto come cervello emotivo o sistema limbico. Cosa ha combinato la povera amigdala agli arresti domiciliari?

Pubblicato in Crescita Personale
Etichettato sotto

Sono trascorsi alcuni mesi dallo scoppio della pandemia da Covid-19 che ci ha costretto a riorganizzare i nostri modelli di vita e di comportamento e a riformulare i nostri schemi di pensiero. Un attimo prima ci sentivamo capaci di raggiungere le vette più alte della felicità e un attimo dopo abbiamo sperimentato la paura, abbiamo scoperto che forse stavamo volando troppo in alto e il terrore di precipitare, di perdere tutto, ci ha paralizzato. Da quel momento è subentrata la paura della felicità, è come se non ci fossimo più sentiti “in diritto” di essere felici. Da “sopravvissuti”, abbiamo scoperto, si fa per dire, che la vita può davvero terminare improvvisamente, senza preavviso, a causa di un microscopico nemico invisibile che si è preso gioco di noi. Noi, gli esseri viventi più intelligenti dell’universo noto ed esplorato, sconfitti da una forma di intelligenza primitiva, più furba di tutte le meraviglie tecnologiche concepite da un umano. Come si supera questo impalpabile senso di fragilità?

Pubblicato in Crescita Personale

Nella Pillola 159 ho parlato delle due facce della Vittoria e della Sconfitta e ho spiegato che entrambe possono essere vissute tanto all’esterno quanto all’interno, dentro di noi. Si tratta di cambiare il livello di osservazione, affinché lo sguardo venga puntato su ciò che abbiamo davanti a noi e non su quello che ci siamo lasciati alle spalle. Anche la Sicurezza può essere Esterna o Interiore, ma prima di affrontare il tema ti rivolgo una domanda: cos’è, per te, la sicurezza?

Pubblicato in Crescita Personale

Da tempo stavo facendo la caccia all’appartamento sopra a quello dove ho vissuto gli ultimi 10 anni della mia vita. Più grande, più bello e, soprattutto, tre metri più in alto, sufficienti per non avere più ostacoli tra me e il mare, da un lato, e tra me e le Apuane, dall’altro, una vista ineguagliabile. Finalmente l’occasione giusta è arrivata e durante l’estate ho deciso di affrontare il trasloco. “Che sarà mai!”, mi sono detto. Non devo nemmeno cambiare l’indirizzo di residenza… Ho iniziato a preparare la tabella di marcia (il trasloco, di fatto, è un obiettivo, quindi una tabella di marcia, con date e cronoprogramma, è indispensabile!), e via via ho elencato le varie voci, mettendo in cima alla lista l’impresa di traslochi che avevo scelto fra tre concorrenti. Prima operazione: preparazione cartoni, dopo aver creato una mappa dettagliata e numerato i vari ambienti. E qui è uscita la sorpresa! Vuoi sapere cosa ho “scoperto”?

Pubblicato in Crescita Personale

Dopo aver parlato dell’importanza di dedicare la prima ora della giornata al nostro sviluppo personale, facendola così diventare un’ora sacra, e dopo aver spiegato le ragioni per creare routine potenzianti e abitudini di successo, è giunto il momento di pensare alla possibilità di bloccare un’altra ora della giornata in agenda, soltanto che questa volta la faremo diventare un’ora profana. La religione non c’entra nulla con la dicotomia binelliana sacro-profano, ma di questo ne parliamo tra poco...

Pubblicato in Crescita Personale

Non ti sorprende, se ti dico che tutte le decisioni che prendiamo sono condizionate dalle emozioni che viviamo in quel dato momento, e che soltanto dopo proviamo a spiegare le nostre scelte con la razionalità, giusto? Non a caso si parla di “primato del cervello affettivo su quello cognitivo”, perché «le emozioni accadono», come insegna lo psicologo statunitense Paul Ekman, pioniere nelle ricerche sulle emozioni, ovvero, non possiamo essere noi a scegliere quali provare. Possiamo però migliorare la nostra consapevolezza riguardo alle emozioni, ma per farlo occorre diventare “flessibili”. Come si fa?

Pubblicato in Crescita Personale
Pagina 1 di 3

Sessione Gratuita

Prenota una Sessione Gratuita di 30 minuti.
Tramite una videochiamata su Skype, capiremo insieme come il Mental Coaching possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi più ambiziosi.

Prenota un Appuntamento →

 

Iscriviti al Blog

Abilita il javascript per inviare questo modulo