massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

Il Blog di MB

Pillole di Coaching

Lunedì, 22 Settembre 2014 02:01

Comunicare efficacemente (Relazioni di successo)

La comunicazione efficace tra allenatori ed atleti, tra manager e collaboratori e, più in generale, tra chi ha un messaggio da trasmettere e chi quel messaggio deve riceverlo è uno degli ingredienti chiave di una relazione. Una buona comunicazione crea relazioni durature e di successo, una cattiva comunicazione porta a incomprensioni, alla rottura di relazioni o al mancato raggiungimento di qualsiasi obiettivo.

Questione di centimetri...
Un allenatore, ad esempio, deve comunicare in modo continuo con gli atleti, con i suoi collaboratori e persino con il pubblico, se siamo in un contesto di gara. Un allenatore di successo, in genere, è anche un comunicatore e per gli amanti del cinema sarà facile ricordare scene memorabili come il discorso finale in “Ogni maledetta domenica”, in cui un grande Al Pacino grida con il cuore alla sua squadra che «possiamo scalare le pareti dell’inferno un centimetro alla volta», perché «la vita è un gioco di centimetri».

Vuoi che te la racconti io? Ok, clicca e guarda il video...


Evita di parlarti addosso
Questo significa che per motivare bisogna prima di tutto comunicare. Per comunicare efficacemente, occorre avere ben chiaro cosa si vuol comunicare e perché si vuol comunicare quel determinato messaggio, poi bisogna scegliere come comunicarlo, perché sono più importanti il modo e il mezzo scelti per comunicare un messaggio del messaggio stesso. Per quanto riguarda il “come” c’è da fare attenzione al linguaggio, perché a seconda dei verbi e delle parole che usiamo possiamo far leva su uno o più canali di comunicazione del ricevente, mentre per quanto riguarda il “modo”, mi riferisco soprattutto alla comunicazione non verbale, quella che usa il linguaggio del corpo, fatto di espressioni, posture, tono della voce.

A comunicare efficacemente si impara, così come si impara a decodificare in modo corretto i segnali che ci restituisce il destinatario del messaggio (feedback), che ci permettono di capire se il messaggio stesso è stato recepito in modo corretto oppure no, che ci permettono di capire se il messaggio è stato recepito in modo corretto oppure no.

È il momento di agire!
Che ne pensi di lasciare proprio tu il primo commento qui sotto? Come dico sempre, “alza le chiappe dal divano e muoviti, fai il primo passo verso il tuo obiettivo”, e anche rompere il ghiaccio con un’opinione o una domanda è un modo per uscire dal torpore e passare all’azione, non credi? ;)

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Marzo 2016 20:43

Lascia un commento

ISCRIVIMI AL BLOG

captcha 
Ho letto e accettato la pagina Privacy e Termini di Utilizzo