massimo binelli

BUSINESS E SPORT COACH

banner libro Atleta Vincente
Iscriviti per VEDERE il VIDEO
Mercoledì, 10 Giugno 2015 09:28

Come diventare un (bravo) Mental Coach

Come diventare un (bravo) Mental Coach

Ieri, al termine di una sessione di coaching individuale di specializzazione con Filomena Chiaromonte, Certified Mental Coach Trainee (è stata lei a svelare su Facebook che sono il suo coach, incaricato da CMC Italia, quindi non sto violando la sua privacy), la mia coachee mi ha chiesto alcuni consigli di lettura per approfondire gli argomenti che stiamo trattando. Ho promesso che le avrei segnalato qualche buon testo, poi, finita la videochiamata su Skype, mi sono voltato verso la mia libreria professionale e ho dato un rapido sguardo al dorso dei miei vecchi amici impolverati e alle copertine fiammanti dei nuovi amici ancora profumati d’inchiostro. Ecco cosa ho tirato fuori... [Foto tratta da Google Immagini]

filomena

Innanzitutto ho deciso all’istante che avrei condiviso questa piccola selezione non solo con Filomena ma con gli Amici del Blog, per un motivo molto semplice: non ci sono segreti! Grazie a una ricca biblioteca, infatti, puoi diventare un BRAVO Mental Coach, ovvero, puoi migliorare le competenze già acquisite con un percorso di studio, con anni di esperienza sul campo e con ore ed ore di esercizi e di training svolte sotto la guida di supervisori, ma non bastano cinque o sei libri, nonostante alcuni abbiano titoli altisonanti, per “diventare coach”! Ecco perché non ho alcun timore nel rivelare cosa c’è sui miei scaffali. Anzi, dirò di più: oltre alla biblioteca, ho anche “un’antibiblioteca” (definizione di Umberto Eco) formata da libri non ancora letti, perché mi piace l’idea che tanto ne so ma altrettanto ne devo ancora imparare...

Al proposito, ne approfitto per ricordarti (ne avevo già parlato qui) che se intendi intraprendere la professione di Mental Coach, puoi fissare una Sessione di Coaching Gratuita con me, nel corso della quale ti spiegherò per filo e per segno oneri e onori di questa fantastica attività.

 

Ti interessa un libro? Dammi retta, comprane due...
Proprio così: se uno dei libri che ho pensato di segnalare a Filomena ti colpisce, comprane anche un altro simile: il primo lo metterai nella pila dei libri da leggere subito, l’altro nella pila dell’antibiblioteca, ossia tra i libri che stanno lì a ricordarti che di strada da fare, per definirti “esperto in materia”, ne hai ancora molta davanti a te.

Questi sono i primi sette
Non sono certo i migliori: sono semplicemente i primi su cui mi è caduto lo sguardo. Stai forse pensando che il libro che hai lì davanti a te, sulla scrivania, non può mancare nella lista dei “primi sette” che Filomena deve assolutissimamente leggere? Niente panico! Scrivine il titolo nei commenti e via via aggiornerò l’elenco, a tutto beneficio di Filomena, degli aspiranti Coach o dei Coach navigati come me, consapevoli che nella loro biblioteca mancano ancora @#§$€%mila libri!

 

Atleta Vincente
Atleta Vincente
È il caposaldo! :) “Atleta Vincente. Strategie e tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita” è un vero e proprio manuale, indispensabile sia per chi ha già affrontato con me il percorso Atleta Vincente sia per chi intende affrontare da zero un percorso di crescita personale o sportiva, lato coach e lato coachee.
È un viaggio stimolante diviso in Pillole di Coaching: all’interno trovi Esercizi e Compiti, bellissime illustrazioni e link per scaricare Schede di lavoro e un file audio.
Diventare Coach
Diventare Coach
È un ottimo libro, mi sono confrontato con Luisa Adani e Marina Fabiano su alcuni aspetti della nostra professione e ne ho approfittato per dir loro che nel testo ho trovato veramente tanti spunti e suggerimenti immediatamente applicabili. L’ho trovato un valido supporto “pratico”, completo di esempi di modulistica di lavoro, di questionari e di check list. A mio parere, è una guida indispensabile per chi possiede già le nozioni di base del business coaching e sta iniziando a mettere in atto ciò che ha appreso con lo studio.
Coaching
Coaching
Posso affermare che si tratta di una pietra miliare, perché John Whitmore è universalmente riconosciuto come il padre del coaching e questa è certamente una delle opere che hanno contribuito maggiormente allo sviluppo del coaching, «come professione e come forma mentale». Consiglio il libro a chi, per lavoro, deve confrontarsi con superiori, colleghi e subordinati; a chi, come Filomena, sta intraprendendo la professione di Mental Coach; e a chi ha come obiettivo il miglioramento delle proprie performance, nella vita, nel lavoro o nello sport.
Il Manuale del Coach
Il Manuale del Coach
Quando si parla di Robert Dilts, si parla di Programmazione Neuro-Linguistica (Pnl), di cui Dilts è uno dei più grandi cultori a livello mondiale. Il Manuale del Coach, altro grande classico per la formazione professionale, fornisce gli strumenti per definire e pianificare gli obiettivi (non esiste coaching senza un obiettivo a cui puntare, come dico sempre nelle mie Pillole!), per trovare le risorse necessarie al miglioramento di una performance, per identificare valori e priorità e, soprattutto, per diventare un (bravo) coach!
Tecniche di Mental Training nello Sport
Tecniche di Mental Training nello Sport
Quando si parla di mental training, di coaching sportivo o di sport coaching, ci si riferisce all’allenamento mentale che consente a un atleta di migliorare la concentrazione e la fiducia in sé stesso, di sfruttare tutte le sue risorse, di sviluppare gli ancoraggi che gli consentano di “entrare in bolla” e, in definitiva, di incrementare la sua resa agonistica.
Le varie tecniche di coaching sono guardate da più livelli di osservazione, ad esempio sotto l’aspetto scientifico, medico, psicologico e riabilitativo, ed è un valore aggiunto per il bagaglio culturale del Coach.
PNL per lo Spor
PNL per lo Spor
Gli atleti “navigati”, infatti, sanno perfettamente che la gara si svolge sia sul campo sia nella loro mente, e che la profezia che si auto avvera funziona tanto in positivo («Ce la posso fare») quanto in negativo («Non ce la farò mai!»). In questo libro, basato sui principi della Programmazione Neuro-Linguistica, ho trovato tanti spunti ed esercizi per svolgere un efficace allenamento mentale, validi per qualsiasi disciplina sportiva ed applicabili alla gestione dell’ansia, e dello stress, alla riproduzione delle strategie vincenti, al miglioramento delle potenzialità individuali.
Come Ottenere il Meglio da Sé e dagli Altri
Come Ottenere il Meglio da Sé e dagli Altri
Ho lasciato per ultimo questo libro: c’è ancora qualcuno che non conosce il Vangelo secondo Antony Robbins? Credo di no… La mia copia, datata 1992, riporta in quarta di copertina il prezzo: L. 12.000!!! Le pagine sono quasi consumate perché ogni tanto lo apro, lo sfoglio a caso e rileggo uno dei tanti passaggi che avevo sottolineato.
Non è propriamente un testo sul coaching, ma il titolo e la breve nota con cui viene presentato in Rete, ossia “manuale che fornisce utili suggerimenti e regole d’oro per riconoscere e sfruttare al massimo le proprie capacità e ottenerne vantaggi”, parlano da soli.

È il momento di agire!
Che ne pensi di lasciare proprio tu il primo commento qui sotto? Come dico sempre, “alza le chiappe dal divano e muoviti, fai il primo passo verso il tuo obiettivo”, e anche rompere il ghiaccio con un’opinione o una domanda è un modo per uscire dal torpore e passare all’azione, non credi? ;)
Ultima modifica il Lunedì, 22 Maggio 2017 09:43

Lascia un commento